Municipio di Guardiaregia

Municipio

Municipio di Guardiaregia

Descrizione

Il Comune di Guardiaregia è un comune montano, situato ad una altitudine s.l.m. di 730 metri.

E’ situato ai piedi del monte Mutria (1823 m s.l.m.), una delle più alte vette del massiccio del Matese ed è ricca di corsi d'acqua, come il torrente Quirino.

 

Aree Naturali Presenti

Nel territorio comunale di Guardiaregia è presente la Riserva Regionale Naturale di Guardiaregia-Campochiaro. L’area, che si sviluppa su 3125 ettari, confina a meridione con il Parco del Matese campano e, prima che divenisse Riserva, rappresentava la seconda Oasi in Italia per estensione fra quelle gestite dal WWF.

La Riserva è situata sul versante orientale dell'imponente Massiccio del Matese e inserita in un comprensorio di elevato valore naturalistico.

Nel territorio della Riserva Regionale Naturale di Guardiaregia-Campochiaro sono individuabili tre differenti ambienti naturali; Monte Mutria (1822 mt), il canyon del Torrente Quirino con la cascata di San Nicola di Guardiaregia, oltre all'area carsica della montagna di Campochiaro.

L’Oasi si trova all’interno di una Zona Speciale di Conservazione (IT222287) nei Comuni di Guardiaregia e Campochiaro (CB). E’ anche una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT222296). 

La Riserva è stata inaugurata il 23 Ottobre 2010 presso il centro visite di Guardiaregia ed è oggi la più grande area protetta sul Matese molisano, ampliando la preesistente Oasi, istituita nel 1996, e si propone non solo come riferimento per la tutela naturalistica del territorio dei due Comuni matesini, Guardiaregia e Campochiaro, ma anche come organismo di  promozione eco-turistica, economica e culturale dell'area naturale protetta.

A ridosso del centro abitato di Guardiaregia si trovano le Gole del Torrente Quirino, le quali formano una stretta e profonda incisione tra il centro abitato e le alture della Torretta con una lunghezza di circa 3,5 km dagli 800 m s.l.m. della località Arcichiaro fino a circa quota 600 della chiesa di Santa Maria ad Nives di Guardiaregia.

Le Gole del Quirino, tra i canyon più importanti dell'Appennino,  rappresentano la tipica incisione dalla duplice origine tettonica e carsica, infatti, la frattura provocata dai grandi eventi che hanno portato al sollevamento del massiccio del Matese è stata scavata e modellata in milioni di anni dal costante ed impetuoso fluire delle acque.

Nei pressi di Guardiaregia, il canyon del Quirino riceve le acque del torrente Vallone Grande con la spettacolare cascata di San Nicola che, con tre balzi, ha un'altezza totale di circa 100 metri.

La Riserva Regionale Naturale di Guardiaregia-Campochiaro dispone, nel territorio del Comune di Guardiaregia, in località Mencaro, di un Centro Visite con un’area didattica riservata ai gruppi o alle scolaresche.

Presso il Centro visite della Riserva sono installati diversi diorama sugli ambienti naturali della Riserva, tra cui quello dedicato al lupo ed un secondo sull' ecosistema del torrente, ambiente vitale per la salamandrina dagli occhiali piccolo anfibio simbolo della Riserva di Guardiaregia-Campochiaro.

La Riserva Regionale Naturale di Guardiaregia-Campochiaro Oasi WWF annualmente ospita oltre a numerosi visitatori che percorrono i diversi sentieri presenti anche numerosi gruppi organizzati di scolaresche, provenienti oltre che dai comuni molisani anche da comuni delle limitrofe Regioni Puglia e Campania.

Il territorio comunale è inoltre materialmente attraversato da un'antica via della transumanza, il tratturo Pescasseroli-Candela.

 

Istituendo PArco Nazionale del Maltese

Con la Legge n. 205 del 27.12.2017 è stato istituito il Parco Nazionale del Matese.

Il territorio del Comune di Guardiaregia rientra tra i comuni inseriti nella perimetrazione del Parco Nazionale del Matese in territorio molisano effettuata dalla Regione Molise con deliberazioni della Giunta Regionale n. 558/2019 e n. 2/2020. L’iter di istituzione del Parco Nazionale del Matese è attualmente in corso di definizione presso il Ministero dell’Ambiente.

 

Aree Verdi

Nel territorio di Guardiaregia sono presenti anche numerose aree attrezzate che, nei periodo da aprile a settembre, sono meta di migliaia di visitatori che usufruiscono delle aree picnic e delle aree campeggio. Tra le principali aree attrezzate si distinguono per la loro collocazione: l’area di “Collemacchio” a 900 mt, l’area di “Fontanelle” a 850 mt, l’area “Sella del Perrone” a 1.400 mt.

 

Progetti di valorizzazione ambientale e turistica

Nel territorio del Comune di Guardiaregia sono in corso di realizzazione i progetti di seguito elencati.

Realizzazione dell“Aero-fune”, conosciuto anche come “volo dell’angelo” nell’area denominata “Forra del Torrente Quirino”, nel tratto identificato come “Prece”. Si tratta di una infrastruttura lunga un chilometro che collega due zone con un dislivello massimo tra fune e terra di circa 400 metri mentre il dislivello tra monte (partenza) e valle (arrivo) è di circa 260 m. Il volo dura in media 70 secondi, con una velocità massima di circa 140 km/h. I lavori termineranno entro il mese di ottobre 2023.

Realizzazione lungo il Tratturo Pescasseroli-Candela, presso l’ex stazione ferroviaria, di un albergabici che sarà a servizio della pista ciclabile in corso di realizzazione che collegherà i Comuni di Sepino-Guardiaregia-Bojano. I lavori termineranno entro il mese di dicembre 2023.

Realizzazione nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo CIS Molise (D.lgs. n. 88 del 2011, art. 6) finanziato con risorse del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) di un parcheggio pluripiano a servizio dell’Aero-fune, di un’area camperista in località Formelle, del Parco avventura nell’area denominata “Forra del Torrente Quirino”, di un Ponte pedonale che attraversa il Torrente Quirino lungo la ciclovia. (interventi da avviare).

 

Dotazione di infrastrutture ricettive

Nel territorio del Comune di Guardiaregia sono presenti n. 6 strutture ricettive come di seguito elencate:

  1. Turismo rurale "Le Coccole", ristorante con n. 20 camere e dotato di un Centro Benessere, sito in c.da Riponi; 
  2. Turismo rurale Giardini Zaffiro "ex Casale Kolidur”, sito in c.da Santa Maria, ristorante con n. 9 camere;
  3. Agriturismo “Il Grifone” sito in c.da Mencaro di Martino Rosa;
  4. Agriturismo “Il Rifugio del Massaro” sito in località Campitelli di Guardiaregia (altezza 1.500 mt) di Palladino Nicola;
  5. B&B “Il Palazzetto dei Briganti” sito in via Roma 10 con n. 3 camere;
  6. B&B “Locanda Arcari” sito in via Colle Croci 1 di Martino Rosa con n. 3 camere;

Inoltre è in corso di ultimazione un progetto di realizzazione di un “Ostello della gioventù” sito a circa un chilometro dal centro abitato. L’ostello, tra l’altro, ospiterà un laboratorio per la lavorazione della ceramica, antica trazione di Guardiaregia.

Fino al 2020 e alla crisi dovuta alla pandemia erano, inoltre, attivi ulteriori tre strutture: Agriturismo San Nicola sito in c.da San Nicola e Ristorante Sun Rise sito in c.da Cese e la Cascina dell’Oasi all’interno della Riserva Naturale.

 

Attività economica connessa al turismo

Nel territorio del Comune di Guardiaregia sono presenti n. 6 attività economiche connesse al turismo, che complessivamente occupano mediamente un numero di addetti pari a circa n. 30 unità, come di seguito elencate:

  1. Punto degustazione dell'azienda agricola di De Francesco Pietro in c.da Formelle denominato La Fattoria dell'Oasi;
  2. Turismo rurale "Le Coccole", sito in c.da Riponi;
  3. Turismo rurale Giardini Zaffiro “ex Casale Kolidur”, sito in c.da Santa Maria,
  4. Agriturismo “Il Grifone” sito in c.da Mencaro di Martino Rosa;
  5. Agriturismo “Il Rifugio del Massaro” sito in località Campitelli di Guardiaregia (altezza 1.500 mt) di Palladino Nicola;
  6. Forno a legna “Giannantonio Anna” in c.da Formelle nei pressi dell’ingresso ai sentieri WWF

Altre attività servizi/iniziative a sostegno del turismo

Nel territorio di Guardiaregia sono presenti n. 4 caseifici artigianali di cui n. 2 situati a ridosso dei sentieri WWF, n. 1 situato nel centro abitato e n. 1 sito lungo la strada provinciale per Sepino. I caseifici producono prodotti caseari di qualità, rispettando le antiche tradizioni e utilizzando materie prime provenienti dal territorio di Guardiaregia. I caseifici oltre ad avere anche dei punti vendita nel vicino capoluogo sono frequentati dai numerosi turisti che visitano la riserva naturale nonché i visitatori della vicina stazione sciistica di Campitello Matese. Complessivamente occupano mediamente un numero di addetti pari a circa n. 10 unità.

Nel territorio di Guardiaregia, in contrada Quadri, è presente e attiva l’associazione Arteteca Molise APS che, dal 2018, in collaborazione con altre organizzazioni nazionali come “Il Cuoco delle Menadi, YAP Youth Action for Peace, Molino Cofelice, Arca Sannita, Associazione Italiana Fitoalimurgia” e altre ancora, elabora progetti e interventi anche a favore di turisti, sia nazionali sia esteri. 

E’ presente un’associazione culturale e folkloristica che promuove le tradizioni di Guardiaregia sul territorio regionale, nazionale e all’estero.

Il Comune di Guardiaregia è oggi l’unico comune molisano ad essere tappa di arrivo e partenza della più lunga ciclovia appenninica del circuito “Appennino Bike tour” e nel centro abitato è presente una postazione per l’assistenza e la ricarica delle bici a pedalata assistita.

 

Tipologia di turismo

Il Comune di Guardiaregia oggi si caratterizza, prevalentemente, per un turismo naturalistico legato alla presenza sul territorio comunale delle Riserva Naturale e delle numerose aree verdi e alla vicinanza alle località Bocca della Selva e al Lago del Matese nella vicina Regione Campania. Non sono da trascurare, inoltre, il turismo enogastronomico grazie alla presenza dei numerosi agriturismi e caseifici presenti sul territorio, il turismo del benessere grazie alla presenza del centro benessere, e il turismo scolastico presso la Riserva Naturale.

Infine il Comune di Guardiaregia si caratterizza anche per un turismo religioso in considerazione della vicinanza alla Basilica di Castelpetroso, alla Chiesa della Madonna della Libera di Cercemaggiore e al Santuario di S. Lucia di Sanninoro e dell’esistenza di numerosi cammini lungo l’area tratturale, tra cui Cammini della Via Francigena del sud, Micaelica, di Padre Pio, nonché Cammini dell’Europa e il Cammino dell’Acqua.

La realizzazione delle diverse iniziative già programmate dall’Amministrazione Comunale ed in corso di realizzazione per il rilancio del turismo montano consentiranno al Comune di Guardiaregia, nel prossimo periodo, di poter accrescere le forme di turismo sopra riportate e soprattutto di attrarre ulteriori forme di turismo.

Certamente si potrà parlare di “cicloturismo” grazie all’albergabici e alla pista ciclabile, di “turismo esperienziale o di avventura” grazie alla presenza dell’“Aero-fune”, conosciuto anche come “volo dell’angelo”, del Parco avventura, del Ponte pedonale che attraversa il Torrente Quirino. 

Come arrivare

Via Municipio, 1 86014 Guardiaregia CB

Mappa 

Galleria

Ultimo aggiornamento: 19-01-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri